Messaggio e insegnamento sulla preghiera della Santissima Vergine Giglio tra le spine del 5 Giugno 2014 apparizione h 22.00 circa

In questo giorno la Vergine non mi è apparsa al solito orario, io ho molto pianto ed ero triste, tuttavia ero costretto a dover festeggiare la mia partenza per il Libano, per cui siamo stati in giardino dopo la preghiera a mangiare qualcosa, verso le 22 o più tardi, non ricordo, mentre pensavo alle ultime parole della Vergine ho sentito l’olio uscire dalle mie mani e allora sono rientrato in cucina dove vi erano M.R., A. e R. le quali hanno potuto constatare l’essudazione con grande gioia, in quello stesso istante, ho sentito non so cosa, come un colpo di aria o un qualcuno che mi spingeva a voltarmi verso la porta di ingresso e così sono corso via fuori al balcone, in quel momento stesso a differenza delle altre volte ho veduto un solo grande bagliore, e la Madonna era già li, fuori in piedi sull’albero di pino che mi guardava e sorrideva, anzi rideva quasi. Così è cominciato il nostro colloquio, durante il quale per 3 volte Ella ha cambiato posizione, spostandosi dall’albero al balcone davanti e dietro di me, chiedendomi di scendere le scale e andare fino all’albero camminando in ginocchio e baciando molte volte la terra per i peccatori, poi spostatasi di nuovo sul balcone vicino a dove ero io inginocchiato mi ha fatto cenno di risalire sempre in ginocchio, poi è scomparsa e mi è riapparsa all’interno della casa al solito posto.

“Figli miei,
quando pregate siate docili all’azione dello Spirito Santo, affinchè la vostra preghiera non rimanga sterile ma sia feconda e operante nella vostra vita. Figli amati, satana sta cercando di distruggervi e sta cercando di distruggere il piano di salvezza che Gesù mi ha affidato per guidarvi alla Pace e alla gioia.
(la Madonna mi fa segno col dito di andare verso di Lei)
Vi chiedo preghiera e penitenza figli, per voi e per il mondo.
( mentre la Madonna era scomparsa dall’albero ai quali piedi io ero arrivato in ginocchio riapparve istantaneamente sul balcone vicino alla porta, udendo la voce della Madre mi sono voltato)
Io sono con Voi bambini miei, anche quando non mi sentite, anche quando non mi cercate. Per questo vi chiedo preghiera costante, siate uniti nella preghiera ed io come Madre vi guiderò a Gesù.
(di nuovo sull’albero scomparendo di colpo davanti a me che ero arrivato sul balcone)
Quando vi staccate dalla preghiera infatti e cadete nelle tenebre del peccato, voi vi allontanate da me.
(di nuovo davanti a me quasi a toccarmi)
Restate sempre con me figli miei.
(Riapparsa dentro prima di cominciare la preghiera)
Io vi porterò a Gesù.”